Il primo Bitcoiner sarebbe stato un miliardario

Il primo Bitcoiner sarebbe stato un miliardario se non avesse fatto il tutto esaurito nel 2012

-L’adottante di bitcoin Martti Malmi sarebbe stato un miliardario se non avesse venduto il suo bitcoin prima del 2012.

-L’ex sviluppatore aveva estratto circa 55k sul suo portatile tra il 2009 e il 2010.

L’ex sviluppatore di bitcoin e early adopter Martti Malmi dice che si rammarica di aver venduto 55.000 bitcoin prima del 2012, che varrebbero miliardi ai prezzi odierni.

In una serie di tweet pubblicati il 18 dicembre, Malmi ha lamentato la vendita dei 55.000 bitcoin che ha estratto sul suo portatile nel 2009-2010, con la maggior parte delle vendite avvenute Bitcoin System prima del 2012. Ha definito la decisione „pentita“ a posteriori, ma ha notato che la comunità dei primi bitcoiner è stata responsabile della messa in moto del movimento.

Sarei un *miliardario* ora se non avessi venduto i 55.000 bitcoin che ho estratto sul mio portatile nel 2009-2010 troppo presto (per lo più prima del 2012). Questo è deplorevole, ma d’altra parte, con i primi bitcoiners abbiamo messo in moto qualcosa di più grande del guadagno personale.
– Martti Malmi (@marttimalmi) 18 dicembre 2020

Malmi è riuscito a scavare la sua prima transazione di bitcoin in USD, vendendo più di 5.000 BTC a 5,02 dollari l’uno alla fine del 2009

L’ex sviluppatore di bitcoin ha detto di non aver mai pensato molto a come fare soldi con bitcoin e invece ci è capitato per caso dopo che il misterioso fondatore di BTC, Satoshi Nakamoto, gli ha chiesto di continuare a gestire un nodo di rete.

Malmi ha detto di aver venduto circa 10.000 BTC nel 2011 al prezzo di 15 – 30 dollari per comprare un confortevole monolocale vicino a Helsinki.

Nel 2011, quando il tasso di cambio ha raggiunto un picco di 15-30 dollari, ho venduto oltre 10.000 BTC per acquistare un monolocale abbastanza confortevole vicino a Helsinki. Un grande affare per un ventiduenne che non ha mai avuto molti soldi. Probabilmente ora è il monolocale più costoso del mondo, ma almeno ho preso più di 2 pizze. pic.twitter.com/AQupV94ev0
– Martti Malmi (@marttimalmi) 18 dicembre 2020

Malmi ha riassunto la sua esperienza di non essere un miliardario bitcoin dicendo che, mentre il denaro conta, non è necessario essere ricchi per vivere una buona vita.